lunedì 17 marzo 2014

Giro dell'isolato

Quando ho poco tempo, uscendo dal lavoro in pausa pranzo, vado a fare il giro dell'isolato.
Il giro dell'isolato: si esce dall'androne e si gira a destra (a sinistra solo se si vuol fare qualcosa di veramente diverso ed avventuroso) e, seguendo il marciapiede, si cammina fino a tornare al punto di partenza. È familiare, ci si affaccia sul mondo senza staccarsi dalla casa; è come un corridoio esterno dove si porta il cane a pisciare senza dover poi passare lo spazzolone o si va a fumar la sigaretta senza dover inseguire e spingere fuori fumi molesti; dove vanno a passeggio i vecchietti per non perdersi o le mamme coi passeggini per non attraversare la strada che è pericoloso; dove, dopo i primi allenamenti indoor attorno al tavolo del salotto, si fanno le prime vere corse outdoor e il primo “lungo” - il terribile “doppio giro dell'isolato”.

Vi faccio vedere il mio.
Esco dall'androne
Giro a destra in via "su gattu"
Seguendo il marciapiede
Ancora a destra
Fino allo stradello "quota cento" che chiude il giro