sabato 1 febbraio 2014

Almanacco del mese dopo – Febbraio 2014

Febbraio è un mese del futuro. Con i suoi 28 giorni di durata è un prototipo di come sarà la vita quando adotteranno il mio “calendarioperfetto”. Inforchiamo le bici volanti, indossiamo i biovestiti (il mio è un po' peloso) e godiamocelo.

Eventi

3-5. Viaggio di lavoro a Bruxelles.
Come ormai faccio sempre, nel bagaglio minimo infilerò lo stretto necessaire per correre. Ryanair non mi spaventa, le mutande non sono poi così importanti. Poi inaugurerò la rubrica “turismo di corsa” o “di corsa a … Bruxelles”

9. Mio compleanno. Avrei voluto festeggiarlo correndo la maratonina di Pula ma l'hanno rimandata a maggio. Non importa, tanto è un compleanno inutile, avrò ancora mm45 anni: l'età di noi sportivi è sulla rotella grande e dovrà attendere ancora un anno per lo scatto.

23. Granfondo del Sulcis, ottava edizione. E' una storia d'amore e finora non ho mai mancato l'appuntamento con questa bellissima gnocca di 25km. La prima volta rimasi con la bava alla bocca guardando i cestini pieni di leccornie che i primi dieci si portavano via. Da allora, 5 volte su 6, sono riuscito a possederlo. Anche quest'anno riuscirò ad arrivare fra i primi dieci o almeno questo è il mio proposito di spermatozoo velleitario.

Best of the past

Rileggendo i miei post di un anno fa, quando il blog era appena nato, ho trovato un paio di domande interessanti che ripropongo qui:

Si dice che quando i carboidrati scarseggiano i muscoli cominciano a "mangiare" sé stessi per ricavarne l'energia necessaria ad andare avanti; ma, se così fosse, non converrebbe mangiare quelli di un altro atleta?

Cosa c'è, in natura, crostoso fuori e tenero all'interno, che i nostri antenati trovavano talmente gustoso da trasmetterci quel godimento atavico che proviamo quando i denti affondano nell'esoscheletro?

(da insetti)