sabato 21 giugno 2014

50 ragioni per comprare il mio seme – 3. È seme di presidente.

Non disperdere il seme, raccoglilo e vendilo!” (cit. "I nuovi comandamenti")
Un paio di mesi fa, ho fatto un viaggio nel futuro. È bello il futuro, un po' fumoso ma colorato e dinamico. Ho visto che lì, ad ogni azione è associato un punteggio che viene usato per aggiornare la valutazione del seme (o ovulo) di chi la compie. Quando il valore del seme diventa alto abbastanza, si entra a far parte dell'elite dei semidei seminatori.
In attesa del futuro, mi sto portando avanti. Sto accumulando punteggio, ho quasi riempito il freezer di pratici sacchettini e sto provando a venderli al mercatino.
La notizia di questi giorni è che presto diventerò presidente dell'atletica Capoterra. È un argomento che forse merita maggiore serietà; oggi però voglio solo illustrarne le implicazioni sulla valutazione del mio seme.

Il grande biologo Mendel, dopo aver studiato l'ereditarietà del pisello rugoso, dimostrò che la “dirigenza” è un carattere ereditario dominante nel DNA italico. Mendel si chiese: “può essere una coincidenza che le persone più adatte a dirigere la FIAT e la juventus siano proprio discendenti diretti di Giovanni Agnelli e quelle più adatte a dirigere mediaset e il milan siano discendenti diretti di Silvio Berlusconi?” “No!” ecco allora che, per assurdo, la tesi è dimostrata. Ogni mio piccolo spermatozoo contiene quindi i geni di un potenziale presidente.

Volete un figlio comodamente seduto su una poltrona presidenziale nel salotto di una casa bianca con la stanza (o almeno la scatolina) dei bottoni? È semplice, basta acquistare il kit con il mio seme, completo di istruzioni; le quotazioni aggiornate (in euro al quintale) sono riportate nella pagina apposita.