giovedì 28 marzo 2013

Uomo di ferro?

Follie? Forse più che "velleità" dovrebbe essere questo il nome del blog, visto che ne è il tema dominante. Ecco l'ultima. Dopo l'iscrizione al passatore, prima della gara e anche prima di iniziare ad allenarmi seriamente per la 100k, mi sono iscritto all'IronMan di Klagenfurt. Il problema non è tanto la difficoltà della gara, 3.8km di nuoto, 180km di bici e 42km di corsa, né il prezzo esorbitante dell'iscrizione. Il problema principale è che io sono pigro! La mia posizione ideale è sdraiato su un letto, l'attività più impegnativa risolvere parole crociate. Da ragazzo, i miei genitori sdrammatizzavano dicendo che stavo accumulando energie per il futuro, ma in realtà ero stato steso dai colpi morbidi della pigrizia. KO al decimo anno. Uomo di ferro? Chi, io? Una volta, camminando, mi sono accorto di avere una scarpa slacciata, mi stavo per fermare, ma poi ho pensato che per arrivare a casa senza inciampare bastava fare i passi più lunghi dei lacci. Io poi sono quello stesso io che pochi mesi fa si è comprato delle pantofole morbidose da vecchietto. Uomo di ferro? Ma che centra il ferro? Forse, al massimo, uomo di peluche.