domenica 20 aprile 2014

Maratona e olive fritte

43 km e 8 portate. Ecco la mia pasqua.
La mia maratona privata. Fra la folla ignara senza medaglia né onore.
Sul lungomare adriatico di Porto Sant'Elpidio a mezzogiorno i podisti avevano già tutti finito il loro allenamento lasciando strada libera ai passeggiatori. Restavo solo io a districarmi fra famigliole e cagnolini. Intorno al quarantesimo chilometro, immaginandomi appena partito, guardavano la mia stanchezza senza nessuna ammirazione, solo un po' di pietà.

Antipasto: fritto all'ascolana (crema, olive ripiene e carciofi), crostini al salmone, culatello e ananas.
Primi: tagliolini pancetta e piselli, ravioli fatti in casa al sugo.
Secondo: Agnello arrosto con patate al forno.
Dessert: Pastiera, fragole e ananas.


Qui invece mi sono fatto onore.