venerdì 18 luglio 2014

Autoeroismo

La sofferenza fine a sé stessa è solo un'imitazione dell'eroismo
L'eroismo fine a sé stesso è autoeroismo

Siamo potenziali eroi in tempo di pace. Pronti a soffrire per gli altri ma senza nessuno che ce lo chieda: nessuna patria che voglia il nostro sacrificio né fanciulle da salvare da draghi.
Non ci resta che praticare l'autoeroismo.

Ci sacrifichiamo per salvare noi stessi da noi stessi che ci vorremmo sacrificare; inseguendoci così la coda, prendiamo in mano il nostro futuro e, lasciando correre l'immaginazione, cominciamo a menarcelo.