giovedì 22 marzo 2018

Sea Trail Porto Corallo - preview

È primavera. È ufficiale. Dopo i trail invernali si cambia. Bellissima la neve del montiferru, bella la pioggia del marganai; domenica ho assaggiato anche la pioggia del poetto. Sarei stato curioso di sentire sulla testa e lungo la schiena anche le precipitazioni di porto corallo ma non importa. Finalmente avremo un trail col cisto fiorito illuminato dal sole, le euforbie che risplendono quasi abbaglianti e, a fine corsa, ci saranno le condizioni ideali per il primo tuffo nel mare. Già sorrido pensando al solletico degli ultravioletti sulla pelle, al profumo dei fiori; è primavera insomma e non vedo l'ora di tuffarmici dentro.
Ma cos'è questo rumore? Mi sveglio dal sogno sentendo un forte ticchettio: l'acqua che cola dalla grondaia cerca di dare un ritmo al brusio informe della pioggia.
Dov'è il governo? Uno … due … tre, quattro, cinque … stella! Sono tutti immobilizzati lì a giocare a “5 stella” e intanto l'inverno ne approfitta per avanzare oltre i propri confini andando ad invadere l'aprile.
La prospettiva cambia. I recettori UV della pelle aperti spalancati per fare entrare i raggioloni e farci le loro cose divertenti saranno invece inondati da goccioloni d'acqua. L'odore di natura bagnata mischia l'aroma dei fiori all'odore di terra, di ascella di lombrico. 
Ma noi siamo pronti lo stesso, pronti al tuffo. Come biscotti sul bordo della tazza. E, come sempre, quando c'è la natura, l'accoglienza, la passione comune, la fatica condivisa, ci sarà da divertirsi!