giovedì 27 novembre 2014

50 ragioni per comprare il mio seme – 4. Perché è un prodotto ultra-top.

Da qualche mese a questa parte, ogni due secondi, si sentiva il cigolio del perno. Cigolii in risalita dai toni bassi a quelli più alti si alternavano ad altri che dai toni alti scendevano ai bassi. Erano le quotazioni del mio seme che andavano su e giù in altalena: crisi-ripresa-altra crisi … . Finalmente, dopo un ultimo lunghissimo fischio, tutto tace. Ora ci sono le garanzie e il mercato ha risposto con grande fiducia. Le telecamere della stazione spaziale internazionale inquadrano spermatozoi sorridenti che ci salutano allegramente galleggiando in assenza di gravità. Eccesso di rialzo, qualcuno ha detto. Ma qual'è la notizia che ha scatenato questo putiferio?
Si è saputo in giro che il “seminatore velleitario” è stato selezionato per far parte del gruppo di atleti sardi “ultra-top”, che vanno a formare la bacinella della Nazionale.
“Ultra-top”! Sembrerebbe un doppio superlativo; in realtà, ma non ditelo in giro, non vuol dire “il meglio del meglio” ma solo “il meglio fra quei pazzi che corrono le ultramaratone”. Albanesi lo tradurrebbe con “il meglio del peggio” ma noi voliamo (o più spesso strisciamo lasciando una scia di bavetta) sopra il suo disprezzo.

Volete dei figli che siano geneticamente ultra-top? È semplice, basta acquistare il kit con il mio seme, completo di istruzioni; approfittate della grande offerta: 50 milioni di pezzi al prezzo di 2! Le quotazioni aggiornate (in euro al quintale) sono riportate nella pagina apposita.