martedì 2 luglio 2013

Buffet “all'Uomo di Ferro” - Klagenfurt (AUT)

In attesa di scrivere un resoconto della gara, vi anticipo il punto di vista del “buffettaro”.

Gli ultimi metri prima di arrivare al buffet:
grandi aspettative …


Buffet “all'Uomo di Ferro” - Klagenfurt (AUT)

Mediocre buffet, faticosissimo da raggiungere al prezzo di un ristorante di lusso.









 Grande cordialità e buona assistenza vi aiuteranno a sopravvivere durante le circa 10 ore necessarie a raggiungere il buffet o, se proprio non riuscirete a sopravvivere, vi porteranno via comodamente sdraiati su una barella.

  L'altissimo costo e la grande fatica per raggiungere il buffet non è compensato da una qualità adeguata. 

Bilancio calorie ingerite - calorie consumate: fortemente negativo.

Rapporto qualità prezzo: pessimo.

Giudizio sintetico: un anti-maiale.

Ultimo assaggio: 30/6/2013. Grande ressa per raggiungere il buffet. Movimenti inconsulti e si finisce tutti nel lago: si salvi chi puo'! Fra spinte e calci, ci infiliamo come sardine in un canale fangoso per poter uscire dall'acqua e raggiungere le bici. Lunga pedalata con salite faticose e poi, tutti giu' dalla bici, e via di corsa … e tutto questo per cosa?
Un gulash di grande intrattenimento: emozionante infatti la pesca ai pezzettini di carne ben nascosti in un mare di salsa troppo salata. Ogni tanto nell'enorme tendone risuonava un urlo di gioia: “Gefunden! I got it! L'ho trovato!”
Un mattoncino dolce tenuto insieme da un cementino di formaggio e verniciato con marmellata rossa: ottimo per l'edilizia, molto meno per il palato.
E infine la sorpresa: una bella birra bionda fresca spumosa ma … orrore … analcolica!!

Il consiglio finale: Alla larga, buffettari!