sabato 1 giugno 2013

Bilanci & rilanci

Passato il passatore è il momento di fare qualche bilancio. Dato il nome del blog, le aspettative non sono molto alte.
Bilanci: aspettative vs risultati
 
  • Passatore: finirlo - senza soffrire - entro 9 ore. Che dire? Se non fossi partito avrei conseguito due obiettivi su tre. Sono riuscito a fare peggio!
  • Essere un bravo genitore. "Vuoi comprare il mio affetto?" Non ho mai accettato le offerte di Francesco che vende affetto come se fosse affettato. La sua salumeria dei sentimenti esporta bene invece nelle Marche, dove abitano i nonni materni e da dove torna sempre carico di regali. Martino poi, nonostante le mie amorevoli lezioni, probabilmente sarà rimandato in latino anche quest'anno. Sono un bravo genitore? Ci provo, ma se i risultati sono questi ... . Comunque lascio ai figli, lettori saltuari di questo blog, l'ultimo giudizio, con questa piccola avvertenza: giudicando le mie qualità di genitore ricordate che, in fondo, state giudicando voi stessi!
  • Imparare a scrivere. In poco più di 4 mesi, ho scritto 48 pagine per questo blog. Mi sono divertito a scrivere, anche se quando rileggo le cose che ho scritto, trovo quasi sempre qualche termine inappropriato o qualche piccolo errore. Intanto ho ricevuto circa 1600 visite, non tantissime, ma, non offrendo niente di utile, lo considero già un piccolo successo, e qualche giudizio molto positivo che mi ha sorpreso e gonfiato facendomi galleggiare in aria per qualche minuto.
Rilanci
  • Uomo di ferro - 30/6 Klagenfurt. Non vorrei proprio che finisse come il passatore ovvero 65% di ferro e 35% di fango; per il momento rilancio con un obiettivo velleitario: finirlo - senza soffrire - entro 11 ore. Già mi immagino l'ultima frazione di corsa, in cui saranno tutti stanchi mentre io invece volerò, chiudendo la maratona in 3 ore ... ma forse è un sogno e sicuramente una velleità.
  • Blog
  • . Mi piacerebbe far diventare questo blog un sito di pubblica utilità o, per lo meno, un po' meno inutile di ora. Potrei, per esempio, scrivere una guida delle gare in Sardegna per valutarne l'aspetto più importante: il buffet post gara. La raccolta scientifica di dati, tipo la differenza fra il peso prima della partenza e dopo il rientro, permettebbero di qualificare le gare in termini oggettivi. Immagino già gli organizzatori che mi inviteranno e mi offriranno gli integratori più prelibati ai ristori e i piatti migliori nei buffet post gara per avere i prestigiosissimi tre maiali della guida Pisani ... ma forse è un sogno e sicuramente una velleità.