sabato 27 maggio 2017

Maratonina dei Fenici – Ritorno alle non-competizioni

Le unghie dei piedi stanno tornando color lombrico pallido. Gli spigoli del viso si stanno arrotondando e il ventre si riaffaccia timidamente e con un pizzico di vertigine a guardare le punte dei piedi. Ogni tanto, strani odori mi ricordano che la doccia si deve pur fare anche dopo i non-allenamenti. Sono effetti collaterali dei duri giorni di non-allenamento per preparare la non-competitiva di Pula.
Stasera, mentre molti amici staranno affrontando la salita della Colla alla 100 km del Passatore, io infatti starò non-correndo sulle non-salite dei 6.5 km del circuito di Pula, accompagnando atleti esordienti. L'adrenalina scorrerà a fiumi ma non sarà la mia. Lascerò che casalinghe, pensionati e bambini mi superino allo sprint. All'arrivo della mezza, raccoglierò da terra le briciole di endorfine sprizzate fuori dagli occhi dei “finisher”.
Tutto questo sarebbe accettabile, quasi divertente o quanto meno non-noioso. Quando però ho scoperto che la birra finale è riservata ai partecipanti della competitiva mi è venuta la depressione!