martedì 14 aprile 2015

Consigli per viaggiatori runners.

Qualunque sia lo scopo del viaggio – lavoro, turismo, visite parenti – qualsiasi sia la destinazione, qualsiasi sia il mezzo per raggiungerla, nel bagaglio di ogni viaggiatore-runner non dovrebbe mancare il necessaire per una sgambata o due.
Dall'alto della mia lunga esperienza, vi do qualche consiglio.
Scelta delle scarpe. Presumibilmente non sapete che tipo di terreno andrete a calcare o quali distanze coprirete. Vi resta un solo criterio razionale: scegliere le scarpe che puzzano di meno per non appestare tutto il bagaglio.
Scelta dell'hotel. Invece di guardare dove sono localizzate le attrazioni turistiche o i migliori ristoranti, cercate su google i migliori “percorsi running” nel luogo di vostra destinazione e scegliete l'albergo più vicino ad essi. Poi, se vorrete davvero visitare le attrazioni turistiche, potrete sempre usare la metro. Più complicato sarebbe prendere la metro nell'ora di punta per tornare all'albergo sudati fradici dopo la corsa.
Scelta del bagaglio (in particolare per viaggiatori ryanair). Non avendo dimestichezza con il clima che potrete trovare, non risparmiate sull'attrezzatura da running, prevedendo sia freddo e pioggia che sole e caldo. Per non pagare la sovrattassa ryanair, vi basterà economizzare sulla biancheria (una mutanda ogni due giorni è più che sufficiente) o usare il trucco che usano le vecchiette per lasciare spazio alla torta di mele: indossare tutto l'abbigliamento civile durante il viaggio.

Ed eccovi, appena usciti dall'albergo, a correre al parco nella vostra tenuta più appariscente. Non vi resta che sfidare i podisti locali con sprint stupefacenti, tanto non dovrete mai concedere la rivincita.