giovedì 27 agosto 2015

Strategie per guarire dalle infiammazioni

Il tempo: come un incendio si estingue da solo, una volta finito il combustibile, anche l'infiammazione basta aspettare che passi. Ingannate il tempo facendo altro: bici, nuoto, parole crociate, lavoro, contate fino a tre … ma quanto cazzo c'è d'aspettare? Fra un mese ho un ironman e non posso arrivarci contando.

Il tempo funziona sempre ma potrebbe non essere sufficiente (la dose massima è di 24 ore al dì), allora provate queste altre strategie.

Il freddo: se possibile, andate a correre sul pack antartico, altrimenti mettete la parte offesa in congelatore. Nei supermarket, ci sono i comodissimi reparti surgelati: basta sollevare il coperchio, togliersi scarpa e calzino e inserire l'arto per qualche minuto, facendo finta di scegliere il gelato. Altrimenti, tirate fuori il gelato (o meglio un'avvolgente pizza margherita) e tenetelo a contatto per qualche minuto con la parte infiammata. Abbiate cura poi di riporlo se non volete pagarlo.

Le pomate: non servono a niente ma hanno un odorino piacevole.

E infine, se nessuna delle precedenti strategie si è mostrata efficace non vi resta che il …


Vaffanculo: andate a correre in montagna e vaffanculo. Dovevo pur provare quel sentiero pulito di fresco di cui mi avevano parlato. Beh, che dire, per il mio tallone finora questa è stata la più efficace.